Acquistare una spada giapponese

Acquistare una spada giapponese

Acquistare una spada giapponese

Acquistare una spada giapponese: quali sono i tratti da ricercare? Quali quelli da evitare? Come capire se una spada è in salute? Il primo acquisto di una spada giapponese non è sempre un compito facile ed è possibile incorrere in errori di valutazione. Inizialmente è consigliabile uno studio preventivo della materia, così da poter identificare i tratti di nostro interesse che una nihonto deve possedere. Esistono diversi tipi di spade giapponesi, katana, wakizashi, tanto e la loro storia si dipana per oltre un millennio, dando origine a scuole e stili differenti. Capire quale tipologia di lama e quale periodo storico sono di nostra preferenza è un modo per iniziare. La spada giapponese presenta molte caratteristiche strutturali, quali hada, hamon, boshi e una conoscenza generale di queste parti può aiutare a valutare la lama, a collocarla in un determinato periodo storico e ad avvicinarla ad una tradizione. E’ molto importante accertarsi dello stato di salute di una lama e che questa sia priva di difetti inficianti.

I difetti

spade giapponesi
Kirikomi sul mune

Una spada giapponese può purtroppo presentare dei difetti, siano questi dovuti al tempo e all’incuria, ad un uso improprio o a danni ricevuti in battaglia. Perchè una nihonto ritenga il proprio valore deve essere in buone condizioni o deve poter essere completamente restaurata. Con oltre mille anni di storia le spade giapponesi possono talvolta presentare una patina sulla superfcie o essere logore a causa dei troppi restauri ricevuti. Bisogna in entrambi i casi sapere decifrare con attenzione lo stato di salute. Qualora la lama riporti dei danni bisogna saperne riconoscere l’entità e valutarne la restaurabilità. Esistono inoltre danni considerati “positivi” quali segni di impatto sul mune (kirikomi) ricevuti in battaglia, che non non diminuiscono il valore della spada ma anzi ne accrescono il fascino. E’ sempre consigliabile far valutare ad un togishi le condizioni di una lama al fine di avere un giudizio professionale. Per maggiori informazioni: difetti nella katana giapponese

I falsi

Con l’accresciuta notorietà delle spade giapponesi e l’alto valore economico che spesso le accompagna è fiorito parallelamente un mercato dei falsi. Un occhio allenato trova molto facile distinguere una nihonto da una riproduzione, il miglior modo per non essere tratti in inganno è approfondire la materia e soprattutto imparare a riconoscere le caratteristiche fisiche di una spada giapponese; i falsi, spesso prodotti in massa, non esibiscono alcuno dei tratti di una vera nihonto.

Le gunto

Durante la seconda guerra mondiale l’esercito giapponese, per connettere i propri soldati all’antico spirito ed alla disciplina dei Bushi, dotò il corredo dei propri soldati delle gunto. Queste erano “spade giapponesi” prodotte in massa che non recavano le caratteristiche tradizionali delle nihonto ma soltanto la loro forma. Le gunto non sono vere spade giapponesi e sono da considerarsi come cimeli di sola importanza storica. Da non confondere con le nihonto spesso rinvenute all’interno di koshirae gunto che alcuni soldati portavano in battaglia.

it_IT