Wakizashi Bishu Osafune Sukesada

Wakizashi Bishu Osafune Sukesada

Wakizashi firmato Bishu Osafune Sukesada del periodo Koto

Wakizashi firmato 備州長船祐定 Bishu Osafune Sukesada del tardo periodo Muromachi, Koto, con sugata shinogi zukuri, iori mune, koshi zori. La hada è itame nagare con tratti di mokume. Hamon gunome choji midare in notare midare in nie deki, con ashi, sunagashi, kinsuji e inazuma. Il boshi è jizo, con kaeri breve. Il nakago è ubu, con un mekugi ana, kurijiri nakagojiri, katte sagari yasurime.

Nome oggetto (kanji): 脇差
Nome oggetto (romaji): Wakizashi
Epoca: Tardo Muromachi, Koto
Nagasa: 53,2 cm
Sori: 1,8 cm
Moto-haba: 3,1 cm
Saki-haba: 1,9 cm
Moto-kasane: 0,7 cm
Saki-kasane: 0,5 cm
Mei: 備州長船祐定 – Bishu Osafune Sukesada
Montatura: shirasaya

La scuola Osafune di Bizen

Wakizashi Bishu Osafune Sukesada

I luoghi di produzione di tutte le scuole Bizen sono situati sulle rive inferiori del fiume Yoshii. Tra queste, la scuola Osafune è stata per lungo tempo la più prosperosa. Questa scuola formò un gran numero di mastri spadai tra il medio Kamakura e la fine del Muromachi. Le principali famiglie vissute a Osafune sono identificate come scuole Osafune, i cui forgiatori per motivi di praticità sono suddivisi in diverse scuole, tra cui Ko Osafune, Kanemitsu, Oei Bizen e Sue Bizen. Il fondatore si pensa esser stato Mitsutada. Il nome di suo figlio, Nagamitsu, è stato usato per molteplici successive generazioni. Per molto tempo si è creduto che il Nagamitsu della prima generazione, dopo il suo ritiro, avesse usato il nome Junkei ed è per questo conosciuto come Nagamitsu Junkei. Recenti studi hanno però dimostrato che Junkei e Nagamitsu erano in realtà due spadai diversi. Nonostante ciò debba ancora essere definitivamente confermato si pensa che la mei a due ideogrammi appartenga al Nagamitsu della prima generazione e la Sakon Shogen Nagamitsu al suo successore. Kagemitsu rappresenta la terza generazione della scuola e Kanemitsu la quarta. Sembra inoltre che il successore di Kanemitsu portasse il suo stesso nome; questo è conosciuto come enbun Kanemitu, vissuto durante il periodo Nambokucho e dalle caratteristiche costruttive diverse da quelle del predecessore.

Per un approfondimento sulla spada giapponese: Valutare una spada giapponese

it_IT